Categorie
PrestaShop

Nuovi prodotti

Nuovi prodotti
Tutti i nuovi prodotti

Come togliere la ruggine dal termosifone?


Come togliere la ruggine dal termosifone?

In casa avete dei termosifoni? Se non siete ancora passati ai nuovi metodi di riscaldamento, alternativi a quelli più tradizionali, probabilmente l’arredamento termico della vostra abitazione è munito di termosifoni a gas.

Li accendiamo sempre in autunno e in inverno, quando le temperature scendono e si fanno più rigide, ma li ignoriamo e ce ne dimentichiamo in estate: eppure, l’arrivo della bella stagione è invece il momento ideale per prenderci un po’ cura dei nostri termosifoni e fare un po’ di manutenzione.

Ad esempio, vi siete mai accorti che il termosifone può perdere acqua dalle giunture che stanno vicino al muro? Succede, purtroppo, e quando capita di conseguenza il termosifone si riempie di antiestetica ruggine.

Oggi vi spieghiamo in che modo procedere all’eliminazione della ruggine dai vostri termosifoni!

Togliere la ruggine dal termosifone: pochi semplici passaggi!

Prima di accingersi a togliere la ruggine dal termosifone è bene capire quale sia il tipo di vernice che lo ricopre, perché in questo modo si può usare il trattamento più opportuno. Tuttavia, in genere si può procedere alla rimozione della ruggine con passaggi semplici: si tratta di un lavoretto di fai-da-te che è possibile realizzare in casa!

Prima di tutto, quando si fa la manutenzione del termosifone questo dev’essere freddo e spento: pulitelo con un panno in superficie e proteggete muro e pavimento con del nastro adesivo per non sporcare di vernice anche altre parti.

La rimozione vera e propria della ruggine va fatta con specifici oggetti: vi servirà della carta vetrata e una spazzola metallica. Questi due strumenti - spazzola in acciaio e carta vetrata - vi serviranno per la rimozione della ruggine, ma ricordate di procedere con delicatezza e attenzione.

Dopo aver scartavetrato la ruggine dal termosifone, prendete un panno per rimuovere anche la polverina che sarà rimasta in eccesso sulla superficie. Il passaggio seguente, invece, sarà quello di strofinare il termosifone con un antiruggine specifico, che ha proprio il compito di proteggere il ferro e i metalli dagli agenti esterni. 

Dopo questa applicazione è arrivato il momento di verniciare i termosifoni nuovamente: una volta che vi siete assicurati che il termosifone è del tutto asciutto, aiutatevi con un pennello e stendete la vernice un paio di volte.

Noi di Lovebrico.com consigliamo di utilizzare questi prodotti per procedere con la verniciatura del vostro termosifone: 

come togliere la ruggine dal termosifoneVernice Per Termosifoni All'Acqua Pittura Bianco Opaco Vernifer Caloriferi 0,5 LT

come togliere la ruggine dal termosifoneVernice Nera Alta Temperatura 500 Ml Vernifer Arexons

La vernice è asciutta? Benissimo, la prossima mossa ora è di pulire nuovamente il termosifone con dell'alcool denaturato, prima di passare alla stesura dello smalto. Scegli degli smalti non tossici e che supportino le alte temperature: ricordati, inoltre, di stendere il primer, prima dello smalto.

Vi abbiamo parlato di vernici e smalti, è vero, ma come già accennato questi non sono generici: oltre a resistere alle alte temperature, questi tipi di vernici e smalti possono anche rivelarsi dei veri e propri antiruggine. Infatti, ne esistono di vario tipo: alcuni riescono a creare una pellicola protettiva sul termosifone, altri sono a base di acido tannico e vanno applicati direttamente sulla ruggine per trasformarla in un diverso strato solido e protettivo. 

Se vi state domandando ogni quanto occorre procedere a questo tipo di manutenzion e per dire addio alla ruggine, la risposta è: dipende, ma in genere con cadenza annuale. Ricordate, inoltre, di spurgare periodicamente i vostri termosifoni svuotandoli dell’acqua vecchia (con l’arrivo di primavera ed estate) per una migliore manutenzione.

L’idea creativa in più? Per dare un tocco di colore e originalità alla stanza, scegliete una tonalità di vernice diversa dal solito, non per forza il classico bianco, ma quella che preferite! Oppure… Potete anche darvi al decoupage e utilizzare degli appositi sticker per decorare con la fantasia. 

Ecco un altro articolo che potrebbe interessarti: Tinteggiatura fai da te: ecco 5 pratici consigli!

Lascia un commento