Categorie
PrestaShop

Nuovi prodotti

Nuovi prodotti
Tutti i nuovi prodotti

Montare le tegole canadesi: ecco come fare


Montare le tegole canadesi: ecco come fare

Anche tu ti stai chiedendo come montare le tegole canadesi

Se hai la fortuna di possedere uno spazio esterno oppure un bel giardino verde dove coltivare fiori e rilassarti all’aria aperta durante la bella stagione, probabilmente - se non l'hai già fatto - ti piacerebbe organizzare gli attrezzi da lavoro in una di quelle strutture in legno: stiamo parlando delle cosiddette casette da giardino, che poi hanno una funzionalità parecchio versatile.

E se sei anche amante del fai da te di certo ti alletta l’idea di costruire in prima persona la tua struttura: hai già pensato a come rivestire il tetto? Il nostro consiglio è di scegliere le tegole canadesi, perfette per le tradizionali casette da giardino così come anche per rivestire tettoie o gazebi all’esterno.

Scopri la gamma di tegole canadesi di Lovebrico

Clicca qui

Cosa sono le tegole canadesi?

Si tratta di un tipo di tegole perfette per i tetti a spiovente, realizzate con materiale in feltro impregnato di particolari oli minerali (anche se esistono tipologie in lana di vetro) e poi rivestito da un doppio strato di bitume arricchito da polipropilene. Impermeabili in maniera particolarmente efficace, le tegole canadesi misurano, in genere, circa 1000 x 340 mm e si possono scegliere in diversi colori: i più comuni sono il marrone, il nero e soprattutto il verde. 

 

Come montare le tegole canadesi

Hai scelto le tegole canadesi per la tua casetta, ma adesso devi fare i conti con il montaggio. Se sei un vero tuttofare la questione non ti farà paura, vero? Mettiamoci all’opera: per montare le tegole canadesi ci sono due opzioni e l’una non esclude necessariamente l’altra.

La prima è quella di montare le tegole canadesi fissandole con degli appositi chiodi, mentre la seconda opzione è quella di utilizzare una guaina (spesso in poliestere) con un metodo di incollaggio. Quest’ultima scelta, infatti, è particolarmente indicata per tetti che presentano una pendenza al di sotto del 40%. 

Alcuni consigli generici prima di passare alla spiegazione di ciascun metodo di fissaggio nel dettaglio: ricorda di lasciare che la prima fila di tegole sporga dal tetto di circa 1 cm e di sovrapporre le tegole in modo sfasato per ottenere sempre esagoni regolari, esteticamente gradevoli da guardare. 

 

Fissaggio delle tegole canadesi con chiodi 

Le caratteristiche che i chiodi adatti al montaggio delle tegole canadesi devono avere sono diverse: il chiodo ideale è lungo circa 16 mm, ha un diametro nominale del gambo di circa 2,67 mm e un diametro minimo della testa che ammonta a 9,5 mm.

Anche il gambo deve avere una precisa conformazione: si tratta del gambo spinato fino alla testa del chiodo, perfetto per prevenire eventuali danneggiamenti. 

Una volta che ci si è procurati i chiodi adatti al fissaggio delle tegole canadesi, si può entrare nel vivo dell’azione. Ecco gli step da seguire in fase di montaggio:

  • Controllare le caratteristiche della tegola di cui si è in possesso per verificare di quanti chiodi necessita ogni singola tegola
  • Procedere all’allineamento delle tegola prima di fissare i chiodi: la prima fila deve sporgere di 0,5 cm dal tetto
  • Assicurarsi che il chiodo sia dritto e che si trovi allo stesso livello della superficie di ogni tegola, la quale non va mai infranta o danneggiata
  • Mai posizionare i chiodi sopra una fessura sul supporto ligneo
  • Per ottenere una superficie della tegola regolare, partire posizionando i chiodi da un estremo all’altro

 

Montaggio delle tegole canadesi con guaina

Nel caso dovessi montare le tegole canadesi servendoti dell’ausilio di una guaina bituminosa, perfetta contro le infiltrazioni d’acqua, ecco come procedere:

  • Inizia dalla parte della falda che sporge di più, in senso a essa parallelo, facendo sporgere la guaina di circa 10 cm prima di ripiegarla e fissarla. Sali verso il colmo e non sovrapporre nessuna striscia su quella precedente per almeno 7 cm.
  • Serviti del cutter per tagliare ogni lato con estrema accuratezza: in aggiunta, puoi aiutarti anche con un listello di legno per guida
  • Se la tua copertura è inclinata, sovrapponi le strisce salendo verso il colmo, mentre se sono piane serviti di appositi nastri per il sigillo della giunzione. In entrambi i casi, la procedura servirà a impedire il ristagno d’acqua tra le strisce. 
  • Per il fissaggio della prima fila occorre capovolgere le tegole e incollarle in prossimità dell’aletta della gronda. 
  • Serviti degli appositi chiodi da posizionare sulle pastiglie autocollanti
  • Procurati una scossalina di lamiera zincata o in rame che ti servirà per proteggere il punto di incontro tra le due falde sul colmo del tetto. 

 

Hai chiari entrambi i procedimenti? Ultimo suggerimento prima di iniziare con il montaggio delle tegole canadesi: da Lovebrico troverai tutto il necessario per fare un buon lavoro!

Ecco un altro articolo che potrebbe interessarti: Meglio gres porcellanato o parquet? Ecco la risposta!

Lascia un commento